Incubi lucidi, combattimenti epici e prodi guerrieri


Dedicato a tutti i guerrieri onirici.

Questo sogno è ispirato ad una task di gruppo, fatta per un po di sano svago onirico:

Ero in montagna con un altro Sognatore, si chiama Amrod e ha una spada. Ha un’armatura grigio chiaro quasi futuristico, attillato e i capelli gli arrivano alle spalle. La spada ha una lama molto tagliente, intarsiata. L’ambiente è montagnoso, siamo dentro una valle e la vegetazione è fitta. Non ho con me nessuna katana questa volta.

Dovevamo sognare un dettaglio uguale per tutti i sognatori: si tratta di una cripta, dentro a una specie di templio o una chiesa. Il sogno non inizia in questa ambientazione e quindi decido di crearla mentalmente nel ambiente in cui mi trovavo.
Faccio una OWILD e mi trovo la cripta/chiesa davanti, è molto dark e gotica all’esterno.
Il Sognatore Amrod si gira e mi guarda e mi chiede se voglio entrare prima io.

Qui cerco di affrontare la seconda parte della task, trasformare il sogno lucido in un incubo lucido.
Entro dentro la cripta dark, mi addentro nell’oscurità e dentro trovo pareti d’oro liquido che si muove, sembra quasi un materiale vivente. Ai quattro angoli ci sono delle luci che paiono aliene, blu e rosse. Amrod è fuori di guardia e ci siamo preparati al peggio.

Nel sogno precedente mi trovavo nello stesso punto e in quell’istante c’era un eclisse totale di sole, e in quel momento la mia energia si era alzata spaventosamente avendomi poi svegliato. Questa volta non succede, e sono pronto ad affrontare il peggio anche da solo. La lucidità è alta, però sento che il tutto sta prendendo una brutta piega, come un incubo lucido.
Vedo delle raffigurazioni e una lingua nuova, la stessa disegnata sul sole che avevo sognato tempo addietro.

Mi chiama improvvisamente Amrod, esco subito e vedo lui che con la spada mi indica un punto luminoso dall’altra parte della valle, sulla montagna.
Questo puntino si alza, sembra alieno e si dirige verso di noi. E’ qualcosa di agghiacciante, angosciante e tremendamente pauroso, che mi ricorda il mio peggior nemico mai affrontato.

Comincio a intravedere da lontano una statua che vola verso di me, assomigliante ad un buddha d’oro che levita (quello normale non quello grasso).
Alzo l’energia onirica e attorno a me si curva e si sgretola l’ambiente e vedo che Amrod si prepara ad uno scontro devastante.

Sentiamo entrambi l’angoscia che genera questo individuo, esso si anima e prende vita. Ormai è un incubo lucido.

Inizia lo scontro, lui ha un’arma molto pesante e ci dice che non dovevamo farlo, non dovevamo entrare nella cripta e che avevamo aperto una dimensione.

Improvvisamente con la sola forza del pensiero mi attacca e quando mi colpisce è un colpo devastante per il mio corpo, tanto che sento un dolore atroce come se mille fulmini entrassero in tutti i nervi. Il colpo mi fa volare qualche centinaio di metri indietro, incastrato nel tronco di un albero molto grosso. Amrod coraggiosamente mi difende, ma da lontano gli urlo che è mio compito, sono entrato io nella cripta.
Mi rialzo e volando a rasoterra ci scontriamo in una maniera epica: evoluzioni, arti marziali, carichiamo ogni attacco, rallentiamo il tempo a ogni colpo. La sfida è interessante e divertente, sembra quasi un altro sognatore lucido totalmente controllato. Eì tutto molto realistico.
Quando mi avvicinavo lui diventava come di carta stropicciata d’orata, ogni mio colpo non gli faceva nulla sebbene i suoi colpi su di me erano pesantissimi, come fossero d’oro pieno. Dopo molti minuti di combattimento la statua di carta stropicciata faticava in agilità e in velocità. Non era all’altezza delle mie mosse marziali e tecniche di lotta.
Ormai il sogno ha un controllo pazzesco, sia da parte sua che mia. La statua mi dava colpi tramite onde d’urto a distanza e io rispondevo a colpi di muay thai.

Mi giro e vedo Amrod in posizione di attacco, come se dovesse partire per una corsa, con una mano a terra e l’altra sulla spada, dietro la schiena, pronto per lanciarsi sul individuo, ma è fermo che attende, fissandolo.
Mentre combattiamo in voloi vedo delle montagne letteralmente esplodere, le piante e gli alberi cadono su Amrod che non si sposta di un millimetro.

Decido di lanciare una bolla di energia trasparente, dentro è come se fosse liquido e mentre la lancio la guido con la mente verso la statua. La statua d’oro si sposta molto velocemente per la valle, alla velocità di un aereo, ma la bolla lo raggiunge. Vedo diverse onde d’urto concentriche una dietro l’altra , tutte trasparenti che fanno esplodere tutto intorno a noi. Percepisco l’onda d’urto che mi sposta di centinaia di metri. Infine il colpo finale, le pietre attorno a me si alzano e gliele lancio addosso.

Lui non si fa nulla e mentre mi attacca uso un’altra tecnica: ad ogni suo attacco mi smaterializzo in modo da passarci attraverso e mi materializzo ad ogni mio attacco, il problema è che lui non si fa nulla.
Telepaticamente mi trasmette che siamo eletti. Sa che il combattimento sarebbe stato infinito, voleva sapere se farmi accedere a una parte del suo inconscio, sapeva che nessuno di noi due poteva avere la meglio.

In quel momento ho apprezzato il fatto che due sognatori lucidi totalmente controllati potevano superare i propri limiti, quindi ci fermiamo uno davanti all’altro, fissandoci per qualche secondo, percependoci e capendoci col pensiero, finchè entrambi ci siamo svegliati.

Grazie Amrod

 

864573__aishwarya-rai-raavan-wallpapers-movie-wallpaper-screensavers-fighting-search_p

fantasy-warrior

 

ruined-church-fantasy-wallpaper-1920x1080-2343

Annunci