Sogni pseudo condivisi – Task


Qualche articolo fa (“Vita parallela”) dicevamo che grazie alle tecniche per esperti è possibile fare grandi cose.

Spesso fra le comunità si parla si sogni condivisi, ebbene in questo articolo vorrei spiegare come è possibile fare dei sogni pseudo condivisi.  Innanzitutto spieghiamo perchè “pseudo”:

In realtà non si tratta di sognare veramente lo stesso sogno, bensì sogni con una ambientazione simile e qualche dettaglio in comune, oltre che ovviamente i personaggi che cercano di sognare la stessa cosa. Tali personaggi verranno assimilati dalla nostra mente come personaggi onirici (PO) a modo nostro. Inoltre i personaggi onirici possono essere sognati sottoforma di avatar, nel caso in cui non li conosciamo nel mondo reale.

Durante la notte bene o male le fasi REM sono simili, quindi ci si mette d’accordo se in piena notte o alla mattina, ci si mette d’accordo inoltre sulla ambientazione e su un dettaglio.

L’ambientazione non deve essere dettagliata perchè la nostra mente deve avere un po di spazio per la propria creatività, che cambia per ognuno, inoltre in questo modo sarà piu facile e meno dispendioso per una eventuale tecnica WILD forzata.

Invece il dettaglio deve essere specificato bene, e qui chi ha esperienza potrà dire di aver sognato lo “stesso” dettaglio degli altri PO. Certo, sognare il dettaglio è difficile ma grazie alle tecniche per avanzare nei sogni SLTC, ci riusciremo.

Per esperienza posso dire che queste task sono esperienze assolutamente da provare perchè sembra quasi di fare lo stesso sogno e non solo.

Il giorno dopo si può discutere e confrontarsi su quello che è successo e come la nostra mente ha elaborato il tutto. Alcune volte si rimane sconvolti di quello che ne esce.

La mente è molto potente e può prendere informazioni anche molto vecchie (viste di sfuggita per qualche secondo), che non ricordiamo consciamente, degli altri personaggi reali, ed elaborarle veramente. Di questo ne parlerò in un altro articolo.

La nostra psiche è molto complessa e mixa i ricordi (vedi MODRI).  Spesso si sognano dei sogni legati tra di loro, legati tra i sognatori reali, con lo stesso fine, ma sopratutto sognare insieme quello che è il nostro vero “io”, nei nostri sogni.

Questo è certamente un modo per superare i propri limiti! Molte persone non riescono a fare questo, ma è sicuramente possibile che provare è il primo passo.

I prossimi articoli al riguardo saranno con MODRI e ADILD. Ci sono in ballo grosse novità.

 

teamwork

 

Annunci